venerdì 22 giugno 2012

La Morte della Pizia – Friedrich Dürrenmatt


La morte della Pizia è uno di quei libricini che si leggono in un paio d’ore. Uno di quei libricini che però ti instillano così tanti dubbi e curiosità che il giorno dopo lo rileggeresti ancora. E quello dopo ancora. 
E’ esilarante e dissacratorio. Riprende i miti greci e li stravolge, li tratta in modo irriverente e li butta lì come le tante verità che spuntano da ogni pagina.

 
Per leggerlo però è necessario aver un background classico o comunque aver masticato i miti greci in modo non dico approfondito ma anche non troppo superficiale (aver visto i cartone Pollon combina guai non basta).

Nella mitologia greca, la Pizia era l’eletta sacerdotessa del dio Apollo a Delfi che, seduta sul suo tripode e avvolta dal vapore, profetizzava agli uomini il volere degli dei attraverso uno spiritato (e solenne) vaticinio, quasi una liturgia della religione politeista.


La Pizia di Dürrenmatt è una sacerdotessa ormai stanca, che sente la morte vicina. Dinnanzi le compare un mendicante che afferma chiamarsi Edipo. Pannachis XI (la Pizia) non si ricorda di lui ma da qui parte il racconto in cui si celano le tante sconcertanti verità e gli stupefacenti retroscena concatenati legati al famoso mito di Epido.

La morte della Pizia è un librino piccino picciò che però contiene le grandi domande sull’uomo, la sua infinita piccolezza e la sua grande presunzione. E le verità, quante verità ci sono? E il Caso, che ruolo ha nella nostra vita?

Un vero capolavoro, uno dei quei libri che rimangono dentro (come quello di Carlo Maria Cipolla), uno di quei libri, come direbbe il giovane Holden "che quando hai finito di leggere vorresti che l'autore fosse un tuo amico per la pelle e poterlo chiamare al telefono tutte le volte che ti gira".

Quest’estate avete voglia di fare delle risate argute e intelligenti? 

Questo è il libro che fa per voi!

Ne volete un assaggio?

"Stizzita per la scemenza dei suoi stessi oracoli e per l’ingenua credulità dei Greci, la sacerdotessa di Delfi Pannychis XI, lunga e secca come quasi tutte le Pizie che l’avevano preceduta, ascoltò le domande del giovane Edipo, un altro che voleva sapere se i suoi genitori erano davvero i suoi genitori, come se fosse facile stabilire una cosa del genere nei circoli aristocratici, dove, senza scherzi, donne maritate davano a intendere ai loro consorti, i quali peraltro finivano per crederci, come qualmente Zeus in persona si fosse giaciuto con loro. […] Quel giorno però l’intera faccenda le parve di un’idiozia veramente intollerabile, forse perché quando il pallido giovanotto arrivò claudicando al santuario erano ormai le cinque passate, invece di starlo a sentire Pannychis avrebbe dovuto chiudere, e allora […] la Pizia gli fece una profezia che più insensata e inverosimile non avrebbe potuto essere, la quale, pensò, non si sarebbe certamente mai avverata, perché nessuno al mondo può ammazzare il proprio padre e andare a letto con la propria madre." (pp.9-10)
*******

La morte della Pizia
Friedrich Dürrenmatt   
Adelphi

********
 

Con questo post partecipo al Venerdì del Libro di Homemademamma.

La lista delle altre partecipanti la trovate qui.

Buon weekend a tutti!!!! (sperando che le temperature si abbassino un pochino!!!)

Baci baci

8 commenti:

  1. Un grandissimo libro, che mi risveglia tanti ricordi. Bello.

    RispondiElimina
  2. WOW! Non lo conoscevo... sembra davvero fantastico. Sarà mio anche se mi ero ripromessa letture leggere sotto l'ombrellone. Per te faro' un'eccezione :-D

    Un bacione e buon fine settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Paola, davvero, merita!!!

      poi tu ora vivi nella patria di Duerrenmatt, quindi non puoi perdertelo! ;-)

      baci

      Elimina
  3. Non lo conoscevo affatto ma credo sia da leggere assolutamente!
    Io poi (a parte essermi diplomata al liceo classico) ho sempre amato la mitica Pollon..."Sono la figlia di Apollo, sono la figlia di Apollo...!!!" ahahah :-)

    Bacioni e buona domenica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Maris, anch'io adoravo Pollon!!!! :-))))

      quando l'hai letto fammi sapere se ti è piaciuto!!

      un bacione!

      Elimina
  4. Segnato da portare in spiaggia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fammi sapere se ti è piaciuto!!! Buon mare!!!!!!!!!! :-)

      Elimina

Il tuo commento è prezioso per me, grazie per aver trovato il tempo per fermarti e condividere il tuo pensiero!

*** Ai post un po' datati ho applicato la moderazione altrimenti, con la testa che mi ritrovo, i commenti rimarrebbero nel limbo!***




LinkWithin

Related Posts with Thumbnails