venerdì 24 febbraio 2012

Le leggi fondamentali della stupidità umana - Carlo Maria Cipolla

Ieri sono entrata alla Feltrinelli per comperare un CD e alla cassa mi sono ritrovata in mano casualmente un breve e divertente saggio su "Le leggi fondamentali della stupidità umana", scritto nel 1988 da Carlo Maria Cipolla (Professore di Economia all’Università di Berkley, scomparso nel 2000). 

A dire la verità l’avevo già letto qualche anno fa, su consiglio di una carissima amica, e mi aveva lasciato un’impressione più che positiva e la voglia di rileggerlo è stata troppo forte! 

Il saggio prende le mosse dalla premessa che la stupidità è la più grande forza distruttiva che affligge il genere umano. 



Oggi la situazione è più grave del passato in conseguenza dell’amplificazione mediatica, per cui qualsiasi sciocchezza, se ripetuta abbastanza spesso, assume l’apparenza di indiscutibile verità. In sostanza la stupidità viene oggi moltiplicata dalle tecnologie: aumentano così il numero degli stupidi e diventa anche più difficile difenderci dai danni da loro prodotti. Nel saggio Cipolla, sempre in stile elegante e divertente, ci ricorda che anche le persone che uno ha giudicato in passato razionali e intelligenti si possono rivelare all’improvviso inequivocabilmente e irrimediabilmente stupide. Insomma gli stupidi compaiono improvvisamente e inaspettatamente nei luoghi e nei momenti meno opportuni.


 

Gli enunciati delle cinque leggi, contenute nel libro, possono essere così riassunti: 

 

1.      Sempre e inevitabilmente ognuno di noi sottovaluta il numero di individui stupidi in circolazione.
2.    La probabilità che una certa persona sia stupida è indipendente da qualsiasi altra caratteristica della stessa persona.
3.    Una persona stupida è una persona che causa un danno a un’altra persona o gruppo di persone senza nel contempo realizzare alcun vantaggio per sé o addirittura subendo una perdita.
4.    Le persone non stupide sottovalutano sempre il potenziale nocivo delle persone stupide. In particolare, i non stupidi dimenticano costantemente che in qualsiasi momento e luogo, e in qualunque circostanza, trattare e/o associarsi con individui stupidi si dimostra infallibilmente un costosissimo errore.
5.    La persona stupida è il tipo di persona più pericoloso che esista.

Ogni legge è poi supportata da spiegazioni e diagrammi per sostenere scientificamente le proprie tesi…

Io lo considero un piccolo capolavoro, ironico e arguto, e consiglio a tutti di leggerlo!! 

La domanda poi nasce spontanea: sono stupida?  Beh, sono cosciente del mio grado di stupidità – beh in alcune occasioni mi sono comportata abbastanza stupidamente – e nella misura in cui io riesco a riconoscere questo indica che non sono completamente stupida …. 

********

Carlo Maria Cipolla
Allegro ma non troppo 

Ed. Il Mulino

********

Con questo post partecipo al Venerdì del Libro di Homemademamma


Per vedere la lista delle altre partecipanti cliccate qui



Buon weekend a tutti!

4 commenti:

  1. Interessante proposta, me lo segno!

    RispondiElimina
  2. Vorrei regalarlo a qualche stupido di mia conoscenza... ottimo suggerimento! Ma non credo che vi si riconoscerebbe, perché appunto troppo stupido:)

    RispondiElimina
  3. Monica, ahahahah! hai colto in pieno! ;-)

    RispondiElimina

Il tuo commento è prezioso per me, grazie per aver trovato il tempo per fermarti e condividere il tuo pensiero!

*** Ai post un po' datati ho applicato la moderazione altrimenti, con la testa che mi ritrovo, i commenti rimarrebbero nel limbo!***




LinkWithin

Related Posts with Thumbnails