venerdì 18 gennaio 2013

Il mio primo libro di musica - Genevieve Helsby e Jason Chapman

Un tempo la mia vita era immersa nella musica

In un'altra vita infatti facevo parte di un'associazione che organizzava concerti. 

Del genere Battiato, Baglioni, Tiromancino, Mannoia, Pino Daniele, Ludovico Einaudi e tantissimi altri...

Mi piaceva moltissimo tanto che mi sarebbe piaciuto farlo diventare un lavoro vero (cosa che alla fine non è avvenuto ma è stato meglio così). 

La musica mi è sempre piaciuta, mi ha sempre attratto, anche se non ho mai imparato a suonare uno strumento. O meglio, a 6 anni sono andata alla mia prima lezione di pianoforte... quando sono tornata a casa ho detto che non mi piaceva e da quel momento non ho più toccato uno strumento. A ripensarci ora un vero peccato. 

In casa mia si ascoltava solo Verdi e sono cresciuta a pane e opere di Verdi (mio papà ne è un fan sfegatato). Io però non lo apprezzavo e tutt'ora non conosco quasi niente della sua opera. 

Più grande ho voluto conoscere i grandi compositori di musica classica avvicinandomi a Mozart, Beethoven, innamorandomi di Rachmaninov (Rach 3) grazie al film Shine (qui potete vedere un estratto del film).... 

Poi ho cominciato ad ascoltare la musica indie, il rock, i classici U2, la musica chill out, elettronica e un'amica tedesca mi ha aperto la porta verso il meraviglioso mondo del jazz. 

Ho sempre cercato di andare al di là della musica prettamente commerciale, di quello che le hit parades proponevano, andando a scovare musicisti poco conosciuti al grande pubblico ma non per questo di meno valore (vedi Stacy Kent, i Radiodervish o Loreena Mckennit solo per far edei nomi a caso). 

Ora che il massimo delle hit in casa sono il Pulcino Pio e le Tagliatelle di nonna Pina mi manca un po' la musica, di quella che piace a me oltre che mancarmi il tempo d'andare a scoprire nuovi generi o nuovi nomi. Magari con il tempo ... chissà!

Tutto questa premessa solo per dire che se anche sono un'amante di tutti i generi musicali sono una perfetta ignorante in fatto di musica. 



In mio aiuto è venuto Il mio primo libro di musica (Edizioni Curci, collana Curci Young) volume+CD audio), e per questa scoperta ringrazio Claudia che l'aveva consigliato come regalo di Natale



Il mio primo libro di musica è infatti è una divertente e appassionante introduzione alla musica classica pensata per stimolare la curiosità dei bambini (e non solo!) dai 6 anni in su.

Il libro si divide in tre parti: nelle prime pagine del volume (Dove? quando?) si invita il giovane lettore a pensare ai diversi luoghi in cui si ascolta musica: dal cinema alla tivù, dall’autoradio al teatro, l’arte dei suoni accompagna sempre la nostra vita.

Nella seconda parte vengono presentati i compositori più famosi dal 1600 ai giorni nostri (da Haendel ad Adams, ancora vivo, passando per Mozart e Beethoven) e con un linguaggio semplice e divertente si cattura subito l'attenzione dei più piccoli (lo sai che Haendel e Bach portavano la parrucca? e che Bach ebbe venti figli? e che Brahms assomigliava un po' a Babbo Natale ma senza slitta?). 

Nella terza vengono presentati gli strumenti musicali, che prendono vita descrivendo le proprie caratteristiche (Al sassofono piace la libertà. E' uno strumento dal carattere rilassato e disinvolto. La sua musica preferita è il jazz) e le famiglie di appartenenza divisi tra quelli a corda, i legni e gli ottoni, le percussioni, e quelli a tastiera, per terminare con lo strumento più antico del mondo, la voce.

Ma il bello di questo libro è proprio l'entusiasmo che trasmette nel lettore, dal più piccolo al più grande, la sua grande capacità di catturare l'attenzione e coinvolgerlo a 360°. 

Grazie al CD allegato è possibile ascoltare degli esempi musicali dei compositori più famosi (dal Flauto magico di Mozart a Harry Potter di John Williams, dal Carnevale degli animali di Saint-Saëns a Pierino e il lupo di Prokofiev, in totale 28 tracce), ma non solo, per ogni brano vi è una GUIDA all'ascolto, insegnando ai piccoli (e anche ai grandi) ad affinare l'orecchio (chiudi gli occhi e ascolta .. lo senti il tuono al minuto xy?) cercando di associare la musica e lo strumento che l'ha prodotto all'emozione che vuole trasmettere (il suono esuberante e brillante delle trombe nella Marcia Trionfale di G. Verdi crea una melodia trionfale, felice e vittoriosa). 

In modo semplice poi vengono spiegati termini quali compositori, sinfonia, opera teatrale, quartetto d'archi ecc.  

Ma la parte più divertente è la spiegazione del can can, si, si, il ballo, avete presente? beh, stasera l'ho ballato non so quante volte e grazie alle molteplici richieste di Emma abbiamo ascoltato Orfeo all'Inferno di Offenbach in loop  per almeno 20 min. (antoa mamma, antoa!) - provate e poi mi direte! 

Confesso la prima volta che ho proposto questo libro a Sofia il suo entusiasmo era pari a zero, ora è lei che mi chiede di leggerglielo e di ascoltare le varie tracce musicali. 

E' un libro che davvero mi ha entusiasmato tantissimo perchè ogni pagina è ricca di spiegazioni, racconti, aneddoti il tutto arricchito dalle bellissime e divertentissime illustrazioni di Jason Chapman, i cui personaggi, dei simpatici animali, trasformano la lettura in un’avventura entusiasmante.



Il mio primo libro della musica accompagna tutti, grandi e piccini, in un fantastico viaggio alla scoperta della musica, un libro che dovrebbe entrare anche a scuola per far appassionare i bambini alla musica che “ti fa rizzare i capelli e accapponare la pelle, ti fa venire voglia di ballare", "ti fa piangere”, oppure… “ti fa venire sonno!”.


Autori: Genevieve Helsby e Jason Chapman
Collana Curci Young

Adatto a partire dai 6 anni 

********


Con questo post partecipo al Venerdì del libro di Homemademamma

La lista delle altre partecipanti la trovate qui

Buon weekend a tutti! :-) 


11 commenti:

  1. Sai che io sono nata in una famiglia tutta musicale? Cioè, mio padre era un cultore della musica classica, pur non avendo studiato personalmente nessuno strumento, e mi ha cresciuta a pane e Rossini, Verdi, Bach e compagnia :-) poi mio fratello è diplomato in pianoforte, anche se non ha sfruttato questo titolo (fa lo speaker professionista in una radio campana), e mia madre amava anche lei molti generi musicali.
    Così io non potevo che essere una che adora la musica!!!
    Come te spazio tra i vari generi e non disdegno nulla aprioristicamente, ascolto sempre prima di giudicare.
    Questo libro mi sembra davvero bellissimo, magari lo compro...per me ;-)
    Grazie e un bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Maris, wow, che bello, hai davvero un background musicale da fare invidia! e tu suoni qualche strumento?

      come dicevo, quando l'ho proposto a Sofia la prima volta lei non l'ha degnato di uno sguardo. io invece me lo sono letto e mi è piaciuto così tanto che mi sono detta: beh, lo compro per me!

      ora per fortuna lei me lo chiede tutti i giorni (è innamorata di Mozart!) e comunque il libro è già nel carrello di amazon, pronto per il prossimo acquisto!
      baci! :-)

      Elimina
    2. No, io non suono nessuno strumento, ma canto discretamente (di mio, non ho studiato canto) e con mio fratello spesso ci dilettiamo in duetti, lui al pianoforte e io che canto (o cantiamo insieme, perchè lui ha una bella voce).
      :-)

      Elimina
    3. Bellissimo! chissà come ti guardano i tuoi monelli mentre duetti con lo zio! uno straordinario ricordo famigliare! :-)))

      Elimina
  2. Dai, questo libro è quello che cerco da un po'!Sto imparando a suonare il sax che ama la libertà e il jazz come me!:-e contemporaneamente voglio stimolar in mia figlia l'amore per la musica e per gli strumenti musicali. Le ho preso un sax giocattolo per suonare con me quando mie esercito. Dici che è presto per noi (quasi 3 anni),visto che l'età consigliata è dai 6?Ho chiesto all'insegnante quale sia l'età giusta per provare a familiarizzare con il linguaggio musicale, lui dice che è innato quindi da subito e iniziare a far riconoscere le note dai 6 anni come quando si impara a scrivere. Penso che sia una grande ricchezza donare questo tipo di approccio ai nostri figli, a me sarebbe piaciuto da piccola!Per questo ogni libro che possa aiutarmi in questo intento è graditissimo!:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fede, che meraviglia, io adoro il sax!!!! Stan Getz è un mito per me!
      si il libro è indicato dai 6 anni ma le illustrazioni sono così divertenti che puoi "leggerglielo" a parole tue in modo un po' più semplificato e sono sicura che le piacerà ugualmente. Poi le musiche selezionate nel cd sono molto belle, Emma ieri sera non ha voluto andare a letto se non ballavamo il can can che c'è nel cd per esempio! :-)))
      noi abbiamo anche il Cd + libretto Ma che musica! (1). in questo le musiche selezionate sono molto varie (si spazia dal jazz alla classica) e il libretto è bello ma l'altro a mio parere è più completo. diciamo che si completano bene a vicenda!
      baci!! :-)
      baci

      Elimina
  3. Bellissimo questo suggerimento! Con Sebastian sto frequentando un corso di avvicinamento alla musica per super piccoli ed è una bellissima esperienza. Lui è molto più musicale di Orlando e quindi abbiamo cercato di coltivare e far emergere questa cosa in qualche modo. Quando sarà magari un po' più grandicello questo libro sarà per lui ma forse anche per Orlando tra un pochino, chissà che non si ricreda sul suo rapporto con la musica (che dopo un po' che suona mi dice "mamma, possiamo spegnere questo rumore?" - che sconforto!). Ti abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Silvia, che bello! anche a me sarebbe piaciuto fare un corso di avvicinamento alla musica con Emma ma alla fine il corso non è partito per la mancanza di partecipanti! :-(
      Sono sicura che come piace ad Emma può piacere anche a Sebastian, e per Orlando può essere decisamente un approccio diverso, sotto un altro punto di vista!
      fammi sapere!
      (e comunque, come dicevo a Maris, io l'avrei comprato anche per me! eheheh!)
      un bacione e un abbraccio carissima!
      :-)

      Elimina
  4. Che bel suggerimento! Non conoscevo questo libro ma credo che prima o poi dovrà procurarmelo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stefania vedrai che ne rimarrai entusiasta!!! :-)

      Elimina
  5. Meno male che sto recuperando i vecchi VdL. Ma che bello!!!
    (pure il libro su carnevale è simpatico, ma questo mi piace un sacco!)
    Qui pure famiglia musicale: mio marito suona (ma non è il suo lavoro) e ha studiato musica fin da bambino, e ...ci siamo conosciuti proprio così :)
    Segno!

    RispondiElimina

Il tuo commento è prezioso per me, grazie per aver trovato il tempo per fermarti e condividere il tuo pensiero!

*** Ai post un po' datati ho applicato la moderazione altrimenti, con la testa che mi ritrovo, i commenti rimarrebbero nel limbo!***




LinkWithin

Related Posts with Thumbnails