venerdì 14 febbraio 2014

Inseguendo Degas - Eva Montanari

Qualche anno fa Sofia faceva ginnastica ritmica. Secondo me è una disciplina meravigliosa e l’ambiente mi piaceva molto. Consideravano Sofia una piccola "promessa" e mi parlavano già di farle fare dei corsi supplementari per poterla avviare all’agonismo. 
Poi si è rotta un braccio e al momento di ricominciare la ginnastica a settembre 2012 si è rifiutata categoricamente. Ha provato ad andare 1 o 2 volte per "riprovare" ma poi basta, il suo rifiuto è stato fermo. Ho allora preferito farle fare un anno di psicomotricità, per farle elaborare la gelosia nei confronti della sorella. 
A settembre dell’anno scorso, dopo aver capito che non aveva bisogno di continuare il percorso di psicomotricità, ha iniziato danza classica. Se all’inizio storceva il naso ora è contentissima della scelta fatta, è felice quando andiamo e ed è ancora più felice quando esce dalla lezione.
Sono convinta sia proprio la disciplina che fa per lei.


Quando ho visto questo albo illustrato ho pensato che fosse proprio per Sofia, lei che non indossa un tutù per ora ma forse un giorno si e allora forse le capiterà quello che è successo alla nostra piccola ballerina protagonista dell’albo! Chissà!


La protagonista è una piccola ballerina dell'Operà di Parigi che incappa in un piccolo disguido. Si accorge infatti che la sua sacca contenente il tutù nuovo di zecca che deve indossare lo spettacolo di quella sera è stata portata via per sbaglio dal maestro Degas. Al suo posto ha lasciato la sua borsa dei colori! Deve assolutamente recuperare la sua sacca e restituire quella dimenticata! 



La piccola ballerina si lancia all'inseguimento del pittore e, attraversando tutta Parigi, incappa proprio in Caillebotte (il cui quadro è proprio in copertina!), che sta dipingendo una via parigina sotto la pioggia, dialoga con Monet sportosi da una finestra, finisce al Moulin de la Galette e Renoir la indirizza al negozio di colori di Père Tanguy e, dopo un breve incontro con la pittrice americana Mary Cassatt (amica e allieva di Degas), riesce finalmente a raggiungere il Maestro. 


Ora la ballerina è pronta a danzare per il pubblico e per il suo nuovo amico. 


Gli dissi di momenti afferrati e subito perduti. Gli dissi di quanti colori è formato un unico colore e degli straordinari incontri fatti in una sola giornata all’aria aperta: Monsieur Caillebotte, Monsieur Monet, Monsieur Renoir, Père Tanguy, Mary Cassat…”.

Per lei, a spettacolo finito, il pittore ha uno straordinario regalo: una tela che la ritrae e dei magnifici colori grazie ai quali la piccola, danzando, lascerà intorno a  delle brillanti scie variopinte, scoprendo così una nuova passione. 

Un albo assolutamente meraviglioso, che ci trasporta in una Parigi fremente di pittura, arte, ballo e che ci fa sognare attraverso famosi dipinti,  elegante e leggero come i passi di una ballerina, delicato e fiabesco come i dipinti dei famosi maestri impressionisti. Un libro che parla di passioni, di colori, sfumature e soprattutto di bellezza.
Nelle ultime pagine poi troviamo un prezioso regalo per i lettori: i quadri a cui sono ispirate le meravigliose illustrazioni del libro. 

Adoro questo libro e adoro l'autrice che ha scovato un'ottimo modo per avvicinare i bambini all'Arte e per far nascere in loro la curiosità verso questo magico movimento! 

Una piccola perla che non può mancare nella vostra (e nostra) libreria!  

Un plauso a Eva Montanari, una giovane illustratrice italiana, dal tocco delicato e dal talento straordinario! 

***************

Inseguendo Degas
Eva Montanari
Kite Edizioni 

Adatto dai 6 anni 

**************

Con questo post partecipo al Venerdì del Libro di Homemademamma

La lista delle altre partecipanti la trovate qui

Buon weekend a tutti! 

15 commenti:

  1. Mi incuriosiscono i titolo di questo editore:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo è il primo libro che leggo sia di questa autrice che di questa casa editrice ma di sicuro ne cercherò altri di entrambe! :-) notte!!!

      Elimina
  2. Meravigliose le illustrazioni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dei veri capolavori! Lo so che il tema sembra più adatto ad una femminuccia ma se lo trovi in biblioteca ti invito a sfogliarlo! Buon fine settimana, Claudia! Baci :-)

      Elimina
  3. Sono rimasta incantata guardando le illustrazioni: è proprio vero che la Bellezza ci fa stare meglio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, Robin, la Bellezza ci fa fare un po' pace con il mondo, vero? baci! .-)

      Elimina
  4. Ma che bello! La principessa di casa gradirebbe di certo. Debbo cercarlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stefania, sono sicura che piacerà anche a te! fammi sapere! bacii! :-)

      Elimina
  5. Le illustrazioni sono delicate e bellissime, Degas e le sue ballerine affascinano da sempre e in qualsiasi versione. A presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Erika, è vero! poi il bello di questo libro è che partendo da Degas si può spiccare il volo e parlare di tutti gli impressionisti! :-)
      baci!

      Elimina
  6. Che disegni emozionanti! La storia anche è molto delicata e bella. Immagino che alla tua bimba quest'albo sia molto piaciuto :-)
    Ti auguro un bellisismo weekend!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. carissima, grazie! si le illustrazioni sono davvero molto belle, ci si può "perdere" ad osservarle bene!
      ti auguro una bellissima settimana! un bacione! :-)

      Elimina
  7. Anche Agata segue un corso di danza che belle queste bimbe impegnate con il loro tutù, il libro sembra molto delicato lo cercherò..... ogni scusa è buona per farla esercitare con un po' di lettura;-P Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Simona, Sofia qs libro non lo legge da sola … magari! sul fronte lettura andiamo un po' a rilento o meglio, lei legge benino, la maestra le raccomanda di fare tanto esercizio a casa, ma per ora non l'ho mai vista prendere un suo libro in mano e leggere di sua iniziativa! bisogna sempre incoraggiarla e spronarla! alla sera magari legge i libri della sorella (più semplici e in stampatello) ma poi sua sorella si stanca perché non sono io a leggere e Sofia è un po' più lenta … e poi, bisogna dirlo, alla sera la lettura spetta a me e Sofia su questo ci marcia alla grande!!! e io che mi aspettavo che prendesse i libri in mano e leggesse da sola! e Agata? ha entusiasmo per la lettura?
      un abbraccio a voi! baci :-)

      Elimina
    2. ENTUSIASMO?!! se le chiedo gentilemente di leggere cosa c'è scritto sull'etichetta della bottiglia diventa matta.. rifiuto totale... no dai non proprio così, ma anche io pensavo che una volta imparato fosse lei a chiedermi di leggere, invece devo spronarla continuamente, peccato perchè secondo me le piace, sarà la stanchezza, sarà il fatto di esercitarsi a leggere dei piccoli racconti a scuola che la annoiano... comunque tutte sulla stessa barca

      Elimina

Il tuo commento è prezioso per me, grazie per aver trovato il tempo per fermarti e condividere il tuo pensiero!

*** Ai post un po' datati ho applicato la moderazione altrimenti, con la testa che mi ritrovo, i commenti rimarrebbero nel limbo!***




LinkWithin

Related Posts with Thumbnails